Costi della giustizia

Attività giudiziale

I principali costi della giustizia da affrontare nel corso di un procedimento giudiziale, oltre ai compensi professionali per l’avvocato, sono rappresentati dalle spese per il contributo unificato, per le marche da bollo, per le notifica degli atti e dei provvedimenti di causa, e dai compensi professionali del consulente tecnico d’ufficio e del consulente tecnico di parte.

Questi costi rappresentano le cosiddette “spese vive” del giudizio e dell’attività difensiva giudiziale e dovranno necessariamente essere anticipate dal cliente/assistito.

Attività stragiudiziale

I costi di giustizia per la gestione di una pratica nella fase stragiudiziale, oltre ai compensi professionali per l’avvocato, sono principalmente rappresentati dalle spese da sostenere per le visure informative, per le ricerche di documenti, per il reperimento di informazioni e più in generale per le investigazioni, per il procedimento di mediazione, per la negoziazione assistita, nonché quelle da sostenere per i compensi professionali del consulente tecnico di parte.

Questi costi rappresentano le cosiddette “spese vive” dell’attività difensiva stragiudiziale e dovranno necessariamente essere anticipate dal cliente/assistito.

News dello studio

nov27

27/11/2020

Intelligenza artificiale e procedimento amministrativo.

Opportunità e rischi derivanti dall’apertura all’utilizzo di algoritmi informatici per la determinazione di provvedimenti amministrativi anche discrezionali.  L’e-government

nov20

20/11/2020

Corso di formazione per i praticanti avvocati del Foro di Crotone. Presentazione. Webinar, 25 novembre 2020.

Mercoledì 25 novembre 2020 parteciperò al webinar della presentazione del “Corso di formazione per i praticanti avvocati del Foro di Crotone” organizzato dai Colleghi e amici

nov19

19/11/2020

Eletto il vincitore del Legal Tech Contest per la partecipazione alla VIII edizione del Corso di Formazione sul Processo Civile Telematico e sulla Giustizia Digitale.

Siamo lieti di comunicare che il 1° classificato del Legal Tech Contest, indetto dallo Studio Legale Bonanno-Murolo, è Margherita Roffi, avvocato del foro di Livorno, con l’articolo: